Archivio tag: vittime di terrorismo

Vittime del terrorismo: come sono cambiate le norme e i benefici che oggi è possibile ottenere

Possiamo senza alcun tipo di remora affermare che le leggi sono quasi tutte in continuo cambiamento, in continua trasformazione. Ce ne sono alcune però che lo sono senza dubbio molto più delle altre, come le leggi che tutelano le vittime del terrorismo ad esempio. 

La prima legge al riguardo è stata emanata nel 1980, a seguito dell’attentato terroristico alla stazione di Bologna. A seguire, nel 1990 per la precisione, è stata presa la decisione di equiparare le vittime degli atti terroristici e le vittime della criminalità organizzata di stampo mafioso. Con l’attentato dell’11 settembre 2001 alle Torri Gemelle di New York le leggi hanno subito un’ulteriore modifica, non solo quelle italiane ma quelle di tutti gli stati dell’Unione Europea. È stato infatti deciso che le vittime di un attentato terroristico avrebbero dovuto ottenere un adeguato risarcimento anche se l’attentato ha avuto luogo in un paese diverso da quello di residenza. Nello specifico in Italia tutto questo è stato reso possibile con la legge n. 206/2004 e ss.mm.ii. 

Vista la situazione storica che stiamo attualmente vivendo, è più che normale credere che le leggi relative alle vittime del terrorismo e della criminalità organizzata di stampo mafioso cambieranno ancora nel corso dei prossimi anni. Sono leggi che mutano a seconda degli eventi drammatici che hanno iniziato ad avere luogo nel mondo, leggi che mutano per rispondere alle rinnovate esigenze della nostra epoca contemporanea. 

Ad oggi coloro che hanno subito un’invalidità permanente a causa di un atto terrorismo o della criminalità organizzata e i familiari superstiti delle vittime di simili atti possono ottenere vari benefici economici, tra cui, 200.000 € per ciascun punto di invalidità, assegno vitalizio di 1.033 € al mese o assegno vitalizio mensile di 500 €. Gli aventi diritto alla reversibilità inoltre possono ottenere due annualità di pensione. Da ricordare che questi benefici sono cumulabili tra di loro nonché con pensioni e stipendi. Inoltre sono del tutto esenti IRPEF. Non si tratta solo di benefici economici. È possibile accedere infatti anche ad innumerevoli benefici assistenziali. Si è esenti ad esempio dal pagamento del ticket sanitario, da imposte, dall’imposta di bollo. Inoltre è possibile ottenere benefici per l’accesso alle borse di studio e essere assunti con chiamata diretta e avendo la precedenza su ogni altra categoria. Da ricordare poi i benefici pensionistici, con la possibilità di ottenere una pensione maggiore del 7,5% e di ottenere 10 anni di versamenti in più, nonché il diritto alla pensione vitalizia.

Come si nota, i benefici che in Italia è possibile ottenere sono innumerevoli. Finalmente la legge riesce a tutelare davvero al meglio le vittime del terrorismo e i loro familiari, un supporto importante per tutte quelle famiglie che hanno visto distrutta la loro vita a causa di questi atti disdicevoli e che hanno bisogno di risollevarsi da questa condizione e riprendere in mano le redini del proprio destino. Consigliamo a tutti coloro che hanno bisogno di ottenere questi benefici, di fare affidamento su specialisti del settore che possano aiutarvi nella richiesta. Cogliamo l’occasione per ricordare che questi benefici possono essere richiesti anche a distanza di anni dal fatto.