Sostituire una lampadina a led: piccoli accorgimenti per non sbagliare

I lavori manuali di manutenzione da fare in casa sono un po’ come gli esami, non finiscono mai.

Sia, infatti, che il trasferimento sia avvenuto da poco sia che si viva nella stessa abitazione da decine di anni, la casa richiede sempre attenzione e cura ed il più delle volte i lavoretti domestici sono incombenza degli uomini, più pratici delle rispettive mogli con gli attrezzi da lavoro.

Eppure, spesso e volentieri, anche i poveri mariti non sanno neanche dove iniziare per eseguire il lavoretto necessario di turno, occupandosi magari di tutt’altro nella loro attività professionale.

Ecco dunque che in simili casi dover eseguire anche la più ( apparentemente ) banale delle operazioni domestiche può risultare complesso e infruttuoso per i padroni di casa, con conseguente insoddisfazione della propria consorte.

Per non correre un simile rischio, qualora si sia appena fulminata la vostra lampadina a LED e dobbiate sostituirla, tenete bene a mente, o mariti, le indicazioni qui riportate e il vostro successo e la vostra bella figura con vostra moglie sarà garantita.

Innanzitutto, iniziamo col dire che non tutte le lampadine a LED presentano lo stesso tipo di attacco : si tratta di una prima indicazione fondamentale, poiché senza conoscere il tipo di attacco della vostra lampadina non riuscirete mai a montarne una correttamente.

Solitamente, i più diffusi sono quelli a vite, E27 ed E14, cioè rispettivamente l’attacco a vite grande e piccola. Da notare, che con l’attacco a vite piccola ( E14 ) sono disponibili solo alcune tipologie di lampadine, di potenza in Watt per lo più limitata.

Ciò premesso, l’ulteriore elemento da tenere bene in considerazione consiste nel fatto che le lampadine a LED sono prevalentemente direzionali, cioè emettono un fascio luminoso per lo più diretto e lineare. Questa caratteristica, che è una delle qualità principali dei prodotti a LED poiché ne esalta la qualità luminosa, può tuttavia costituire un problema qualora voi vogliate invece illuminare adeguatamente anche le zone laterali circostanti.

Per tale ragione, scegliete sempre precedentemente l’utilizzo che intendiate fare della vostra lampada e selezionate di conseguenza la tipologia di prodotto da montare : lampade a LED a luce laterale orientabile o con fascio a 360°, potrebbero essere la soluzione ad ogni vostra particolare esigenza.

A questo punto, cari uomini di casa, una volta saputa la tipologia di attacco della vostra lampadina e le caratteristiche del modello da scegliere, non vi rimane altro che eseguire manualmente la sostituzione e godervi gli occhi dolci di vostra moglie soddisfatta.

Comments

comments