Pneumatici: istruzioni per l’uso

 

Gli pneumatici rappresentano il punto di contatto dell’auto con l’asfalto della strada ed è per questo motivo che è importante controllare costantemente il grado di usura e la pressione per poter avere un’automobile sicura e funzionale. È importante inoltre scegliere il giusto pneumatico da montare in base a caratteristiche come misura, portata e codice di velocità. Esistono infatti pneumatici adatti ad ogni tipologia di auto dal fuoristrada alla city car. Negli ultimi anni sono stati immessi nel mercato anche pneumatici dalla mescola a bassa resistenza al rotolamento che promettono di contenere i consumi medi. In linea generale però, gli pneumatici preferiti restano comunque quelli estivi, progettati per camminare con temperature superiori ai 7° hanno una grande resistenza alle alte temperature, avendo scanalature molto più basse, sono molto meno rumorosi e consumano meno rispetto agli altri. Inoltre gli pneumatici estivi sono utilizzabili tutto l’anno, anche in inverno, purché muniti a bordo auto di catene ove prescritte. È comunque consigliabile per chi abita in zone con grandi probabilità di nevicate, utilizzare pneumatici invernali in quanto tutti gli pneumatici estivi, a temperature inferiori ai 7°, tendono ad irrigidirsi perdendo quindi la maggior parte delle caratteristiche positive degli stessi. È consigliabile in ogni caso, controllare costantemente lo stato degli pneumatici perché, nonostante la vita di uno pneumatico sia orientativamente di dieci anni, lo stile di guida dll’autista, le brusche accelerazioni o le curve fatte molto velocemente possono infatti contribuire ad un consumo eccessivo del battistrada causando così più rapidamente il degrado dello pneumatico stesso. Per legge lo spessore minimo del battistrada è di 1,6 mm ma è consigliabile non superare il limite di 3 mm in quanto, sotto tale limite, lo pneumatico comincia c calare nelle prestazioni soprattutto in frenata e su strada bagnata.

 

 

 

Comments

comments