Archivio della categoria: Tecnologia

Pubblicare ebook da soli: come fare?

Una recente indagine è stata condotta da Mark Corker fondatore di Smashwords e che si focalizza principalmente sui prezzi in relazione alla lunghezza degli e-book e sul tipo di marketing da effettuarsi, sia attraverso i normali canali di comunicazione, che sfruttando le competenze acquistabili andando a leggere particolari strumenti di formazione per il web marketing, come le seguenti guide SEO.

Dalla ricerca emerge il dato che i lettori prediligono e-book lunghi, tra i più venduti infatti tutti superano le 100 mila parole. I libri che fanno parte di una serie superano le vendite delle “storie singole”, ma rimane il dato della “lunghezza”: anche se si tratta di e-book di una serie, ma raggiungono a malapena le 50 mila parole, non vendono.

A parità di prezzi più alti, gli e-book di non-fiction sono quelli che vendono maggiormente, vale a dire che i lettori di genere non fiction non badano a spese e che gli autori potrebbero “osare” di aumentare il prezzo delle proprie opere vendute online. Tra le strategie di marketing pare che funzioni la “prenotazione”, molto più efficace dell’offerta gratuita del primo libro di una serie.
Amazon abbassa i prezzi degli e-book per incrementare le vendite

Per incrementare le vendite degli e-book attraverso i propri store, Amazon ha diramato – agli inizi di luglio 2014 – un comunicato stampa in cui annuncia l’intenzione di ridurre i prezzi degli e-book, con promesse di guadagno per tutti i soggetti commercialmente coinvolti. Il prezzo di copertina base passerebbe, così da 14,99 $ a 9,99$ comportando un vantaggio reale per il lettore, ma anche per gli autori, gli editori e i rivenditori di e-book perché un’opera venduta a 14 $ vende in media 100 mila copie contro le 174 mila di quelle vendute a 9 $, con un incremento dei guadagni sostanziale pari al 16%.

Al momento, Amazon è in trattativa con le case editrici poiché non tutte – come, per esempio, la Hachette – sono d’accordo con questa politica della riduzione strategica dei prezzi.

Come scegliere il tablet giusto per le proprie esigenze

 

Prima che Internet diventasse la protagonista delle nostre vite le persone normalmente dovevano cimentarsi nella scelta di pochi oggetti prima di effettuare degli acquisti: l’automobile, la televisione, l’aspirapolvere, e gli elettrodomestici di casa quando si rompevano. Oggi le cose sono cambiate in modo notevole e radicale. Con l’espansione dell’elettronica di piccole dimensioni ad uso e consumo delle persone di tutto il mondo il mercato si è espanso, producendo sempre più oggetti alla cui esistenza siamo tutti inesorabilmente legati. Dai telefoni cellulari ai lettori mp3, dai computer portatili agli ebook readers, i consumatori di ogni angolo del Pianeta si sono ritrovati catapultati in una dimensione nella quale è ormai fondamentale essere in possesso di qualsiasi dispositivo in grado di connettersi ad Internet ovunque ci si trovi.

Uno degli oggetti ad avere riscosso più successo, anche se del tutto inaspettato, è il tablet. Una tavoletta dalle dimensioni assai ridotte che può essere portata ovunque, in borsa e nello zaino, al mare e in montagna, senza la pura di rovinarla o di romperla. Ma come si fa a scegliere un tablet, con tutta la scelta che i negozi di elettronica offrono ai loro clienti? Un tablet si sceglie innanzitutto, come per molte altre cose, a seconda delle proprie disponibilità economiche; esistono dei modelli più cari altri decisamente più cari quindi date sempre un occhio ai prezzi dei tablet Apple, Samsung o di qualunque altra marca in modo tale da avere una panoramica chiara dell’offerta.

In secondo luogo, per scegliere un tablet bisogna subito capire fino in fondo che utilizzo si intende farne, se usarlo tutti i giorni sul bus mentre si va al lavoro o, semplicemente, durante il weekend per rilassarsi sul letto senza troppo stress.

I tablet sono apprezzati molto anche dalle mamme, che li usano per tenere buoni i bambini sul divano grazie ad un cartone animato oppure a qualche gioco divertente adatto ai bambini. Dai tablet si possono scaricare anche numerose applicazioni per tutti i gusti con le quali trascorrere il tempo quando non si sa che cosa fare. Insomma, i consigli su come scegliere un tablet possono tranquillamente variare da persona a persona: bisogna pensare onestamente, prima di procedere con l’acquisto, di cosa realmente si ha bisogno, quali sono le attività che si svolgeranno col tablet e quanti soldi si vogliono spendere.

La pulizia dei pannelli solari

 

Mantenere puliti i nostri pannelli solari, è indispensabile per assicurare una corretta conversione dell’energia solare in energia elettrica. La presenza di sporcizia e l’accumulo di depositi, a causa della continua esposizione ai raggi ultravioletti, lo rendono infatti meno efficiente. L’involucro esterno dovrebbe essere sempre pulito. Il calcare dell’ acqua della pioggia, la sabbia portata spesso da rovesci, ma soprattutto gli escrementi degli uccelli devono essere rimossi. E’ facile capire il perché: quando una zona del vetro dei pannelli fotovoltaici si sporca degrada le prestazioni dello stesso. Basti pensare, infatti, che, una mancata e costante pulizia, riduce il suo rendimento del 15%. Come pulire i pannelli fotovoltaici? Esistono diversi prodotti facilmente reperibili in commercio, ma non sempre a un prezzo vantaggioso. È sufficiente pulirli usando della normale acqua demineralizzata e un comune detergente con un semplice panno morbido. È invece consigliato di evitare l’uso di agenti chimici che potrebbero danneggiarli e, nel modo più assoluto, spugne e panni abrasivi, che graffierebbero l’impianto stesso. Con queste semplici e basilari accortezze ci saremmo garantiti una corretta efficienza dell’impianto impedendo di ridurre drasticamente il suo potere recettore. Non solo. Ma con una corretta pulizia la durata dello stesso impianto potrebbe prolungarsi più dei normali tempi “standard” che, come sappiamo, oscillano tra i 25 e i 30 anni. È importante pertanto dedicare qualche ora, del nostro tempo, a questa semplice ma importantissima attività. Ne vale dell’efficienza del nostro stesso impianto.

Guida all sblocco cellulare e iphone 4 in maniera legale e senza perdere la garanzia prodotto

 

Questa guida è dedicata alle persone che sono alla ricerca di una soluzione legale in Italia per lo Sblocco iphone 4 o losblocco cellulare nokia , samsung ,lg, sony ericsson, motorola e tantissimi altri modelli. Come posso esseguire lo sblocco dell mio telefonino? In modo semplice e sopratutto senza modificare i componenti dell telefono cellulare, usare codici miei o instalare software che possono provocare dei danni molto gravi al vostro cellulare. Usando la soluzione da noi proposta in realtà i componenti del cellulare non si toccano ma grazie alla tecnologia di questo meraviglioso microchip che va inserito nell cellulare attacato alla scheda dell’ operatore desiderato “raggirando” cosi il blocco operatore. Una volta esseguito lo sblocco telefonino potremmo usarlo con qualsiasi altro operatore del mondo, senza perdere la garanzia dell prodotto. Non abbiamo bisogno di nessun driver o software aggiuntivo. Una soluzione facile, sicura e legale per sbloccare i cellulari di qualsiasi gestore in maniera legale e senza perdere la garanzia